Un bambino: Riccardo
Una persona che l’ha conosciuto
E un problema : la disabilità
Poi la rabbia e il senso di impotenza di che vorrebbe fare qualche cosa per Riccardo. Vorrebbe semplicemente vederlo sorridere,raccontargli una storiella,fare una corsetta assieme a lui.
Ma è tutto troppo difficile.
È maledettamente difficile.
Riccardo non parla,si muove con difficoltà percepisce poco.
A modo suo.
Non comunica.
Non comunica ?
E chi lo ha detto.
Non sa dire nemmeno una parola, ma ci sono molti altri modi di comunicare.
Ne è convinta Renata, la sua assistente.
Ne è convinta la maestra Francesca della scuola materna di Mier.
E allora Riccardo, a te i colori.
A te i fogli. Parlaci,esprimi i tuoi pensieri, siamo tutti qui ad ascoltarti.
Tanti di noi sanno esprimersi perfettamente in italiano, molti conoscono l’inglese, il francese e chissà quante lingue ancora … ma nessuno di noi aveva mai conosciuto la lingua di Riccardo.

Grazie